TRASLATE MY PAGE

martedì 5 gennaio 2016

Che novità porterà il 2016 ?


di Domenico Garreffa

Il tempo scorre al passo dell'evoluzione sociale, ma dall'anno appena terminato appare una crescita inversa da quello che è il desiderio che accomuna tutti gli abitanti della terra.
Uno strano parallelo che non si incontra mai, ed il 2015 ne ha aumentato la divergenza, caratterizzando a livello politico e geopolitico una serie di crisi internazionali ad alto rischio mondiale.


Guerre di tutti i tipi, da quelle "umanitarie" a quelle contro il "terrorismo" ed anche di "religione", ma il cui unico scopo è il controllo delle fonti energetiche e delle materie prime, per permettere al 20 per cento del mondo di continuare a vivere da nababbi, consumando il 90 per cento delle risorse del pianeta.

Ma questa non è una novità...

Alcune crisi mondiali come quella Islam-Occidente o quella Occidente-Russia, create per condizionarci, assumeranno forme e sviluppi ancora più inquietanti. 
La Russia è tornata ad affrontare l'America ed il terzo incomodo ISIS, finanziato segretamente dall'occidente.(Italia compresa)

Ma questa non è una novità...

L’aumento dell’emergenza migratoria e del terrorismo islamista in Europa, l’estendersi della crisi dalla Siria ad altri Paesi mediorientali, sconvolgerà l'equilibrio e la sicurezza dell'occidente.

Ma questa non è una novità...

Ormai la finanza globale è la vera padrona del Mondo, e noi possiamo soltanto recriminare di aver dato carta bianca, alla maggior parte di tutti quei politici che negli ultimi 20 anni ci hanno portato, silenziosamente ma coscientemente, in questa trappola mortale.

Ma questa non è una novità...

Siamo solo all 'inizio di gennaio ma la situazione dell’inquinamento atmosferico del 2016 e già fuori parametri consentiti, in Italia appare già fuori controllo, polveri e ozono fuori dalla media responsabili di patologie e morti premature. Situazione critica nell’ area Nord italia e in grandi città del Centro Sud. E' evidente la necessità di un urgente e decisivo piano di intervento, che vada finalmente ad incidere sulle politiche relative alle fonti di inquinamento mondiali.
In Europa l'Italia vanta il triste primato delle morti premature dovute ad inquinamento da ozono. (dossier “Mal’aria 2015” di Legambiente) 

Ma questa non è una novità...

Intanto le vetture lussuose, che ci colorano viaggi e ci trasportano nelle verdi campagne infinite e desolate, con motori che sono una musica, comfort come a casa, sono quelle che ci dipingono nelle pubblicità delle auto, mentre in realtà soffochiamo per lo smog.

Ma anche questa non è una novità...

Dovremmo forse cominciare a pensare seriamente, prima che il vero lusso diventi quello di avere aria pulita da respirare.

Ma anche questa non è una novità...

Ma quale novità vi aspettate?

Le ingiustizie che si rinnovano di anno in anno sono infinite, dai disabili non riconosciuti, a quelli falsi riconosciuti, dalle posizioni di carica raccomandate, a quelle scartate ma meritevoli, dalla donna costretta ad abbandonare il proprio genito per mancanza di sostentamento, a quella che è vincolata allo sperpero di denaro per adottarne uno....ecc.

Questa potrebbe essere una novità: 

Una lezione che siamo ben lungi dall’aver imparato. Eppure c’è uno spazio reale, non illusorio né utopico, per la speranza.
Non basta cambiare politiche o modificare la composizione ideologica di coloro che sono al vertice delle istituzioni. 
Non è neppure sufficiente riformarle, è illusorio e ridicolo continuare a sperare che il sistema si autocorregga. 
Non riduciamo tutto ad un semplice giro della Terra intorno al sole, faranno tutto questo, come nel 2015, nel 2016/17/18/20...25...35...50.... per proseguire all'infinito fino al risveglio delle coscienze.
Meglio dunque che qualcuno cominci a denunciarlo nelle piazze, piuttosto che correre come criceti sulla ruota rimanendo sempre fermi, sullo sfondo di una competizione globale che non ha cuore tranne per se stessa.
Chi lo ha detto che la superiorità di un Paese si misura solo con parametri economici, sociali e demografici? Oppure con l’autorevolezza o l’influenza politica?
Ed il popolo chi è? 
Dov' è?



Nessun commento :

Posta un commento