TRASLATE MY PAGE

giovedì 30 ottobre 2014

Cammelli mutilati per chiedere l'elemosina in Cina.


Roberta Ragni

Cammelli con evidenti lesioni e mutilazioni. È questa l'ultima tendenza dell'accattonaggio. Sono stati avvistati in diverse città della Cina, tra cui Guangzhou, Shenzhen, Wenzhou, Shaoxing, Xiamen, Fuzhou, Jiujiang e Hefei. Vengono utilizzati dai mendicanti per far pena (e guadagnare così denaro) agli occhi dei passanti.
E, purtroppo, a quanto pare il trucco ha funzionato finora: coloro che sfruttano i cammelli per fare l'elemosina sono sempre di più, come spiegano i giornali cinesi.

L'ultimo caso è stato scoperto nella città di Fuzhou, provincia del Fujian, dove due uomini in abiti laceri sono stati avvistati mentre praticavano accattonaggio, con le le redini di un cammello mutilato tra le mani.

Quando la polizia li ha avvicinati, infatti, hanno scoperto che l'animale non aveva zoccoli e le ferite indicavano che erano stati deliberatamente tagliati da uomini senza scrupoli. Una volta interrogati, hanno affermato che si era trattato di un incidente: l'animale avrebbe perso gli zoccoli nell'impatto con un treno e, poiché non avevano soldi, hanno dovuto ricorrere all'elemosina per la cura dell'animale smembrato. Difficile dimostrare che la storia sia o meno vera.




È facile, però, credere che si tratti solo di un escamotage per racimolare un po' di denaro dalla gente scioccata da ciò che vede, anche se, in effetti, in questo modo si alimenta ulteriormente questo racket criminale che tortura gli animali. E tutto quello che la polizia può fare è una multa per l'accattonaggio, ma nient'altro. Perché mancano le leggi che tutelano i diritti degli animali.

Fonte : Greenme


Nessun commento :

Posta un commento