TRASLATE MY PAGE

venerdì 27 giugno 2014

Uno spreco mondiale : la carne.


di Domenico Garreffa


Quanto costa un chilo di Carne?
35mq di foresta, 15500 lt d’acqua, 15 Kg di cereali e 36 kg di CO2.
Il 20% dell’umanità può concedersi il lusso di consumare enormi quantità di carne perché l’80% vive nella miseria.
Ma sarà sempre cosi?
Cosa succederà quando i paesi poveri emergenti approderanno al consumismo?

Per esempio, un vitello per raggiungere un peso di 500 chili, deve consumare oltre 1200 chili di cereali. Quando l’animale ha raggiunto questo peso viene ucciso, eliminati tutti gli scarti poco più della metà viene usato per produrre carne.

Per 1 kg di carne servono 15-20mila litri d'acqua, per far crescere un pomodoro 13 litri, per un caffè 140. (dati Fao)
Produrre carne necessita di una quantità di acqua maggiore, rispetto ad altre produzioni vegetali. 
Ecco qualche esempio: 
Per ottenere un chilo di mais sono necessari 900 litri di acqua; 
per un chilo di riso 3.000 litri; 
per un chilo di pollo 3.900 litri; 
per un chilo di maiale 4.900 litri  
per un chilo manzo ben 15.500 litri di acqua.

Quante persone si possono sfamare con una sola bistecca e quante invece con un chilogrammo di cereali? 
Una bistecca può saziare un solo individuo, con un chilogrammo di cereali si nutrono una decina di persone.

Non solo l'acqua risulta sprecata, ma anche il terreno.
Su un ettaro di terreno si possono produrre:

1.000 kg di ciliegie
2.000 kg di fagiolini
4.000 kg di mele
6.000 kg di carote
8.000 kg di patate
10.000 kg di pomodori
12.000 kg di sedano
50 kg di carne di manzo

Ogni anno bovini, suini e polli allevati per l’alimentazione umana consumano circa 155 milioni di tonnellate di cereali, mais e soia, queste risorse preziose nonchè nutrienti a base vegetale potrebbero essere usate per sfamare gli esseri umani.

Il rapporto non consiste, poco meno della metà dei cereali prodotti sulla terra vengono utilizzati in Occidente per alimentare quel bestiame che viene poi consumato, da noi, sotto forma di carne, uova, latte. Per produrre una sola caloria di origine animale ci vogliono ben 7 calorie di cereali. La conseguenza di questo è ovvia: nei paesi avanzati una persona consuma in media molto più cereali di quanti ne consumi una persona del Terzo mondo. 
L’assurda proporzione è la seguente:
- Una persona dei paesi avanzati consuma in media 2.5 Kg/dì di cereali
- Una persona del Terzo Mondo consuma in media 0.5 Kg/dì di cereali

Nella cultura occidentale è così radicata l’idea di mangiare carne che anche solo parlarne può risultare difficile.
Ma una riflessione quando addenteremo la prossima fettina di carne è necessaria per le risorse sprecate in quel boccone che mastichiamo, ed alle vite che quelle risorse avrebbero salvato.

Parafrasando Leonardo da Vinci: 
"Verrà il tempo in cui consumare carme sarà considerato un crimine contro l’umanità."


Link:https://www.youtube.com/watch?v=orKLbYAxJ0Y


Nessun commento :

Posta un commento