TRASLATE MY PAGE

sabato 11 maggio 2013

La sicurezza parte dalle strade.



Un Paese nel quale i cittadini automobilisti, camionisti, motociclisti pagano circa 60 miliardi di euro l'anno fra tasse, imposte e accise, si ritrovino con una situazione delle strade che non si può più neppure definire.
Per gli automobilisti sottoposti al tiro incessante della tassazione si aggiungono i costi dovuti a strade che diventano veri eldorado per i gommisti, e autofficine per il cambio sospensioni,cuscinetti,braccetti, ecc...
Valutando in primo luogo la pericolosità che comporta la loro percorrenza, cause di incidenti ed infortuni.





L’asfalto, o più precisamente conglomerato bituminoso, è il principale materiale di stesura per la pavimentazione delle nostre strade; spesso si sottovaluta la sua importanza, e di conseguenza l’importanza nell’utilizzare un asfalto di qualità.
L’asfalto svolge un ruolo molto importante in termini di sicurezza stradale, anzitutto, un asfalto di qualità e a grana grossa ha un effetto drenante che permette un maggiore smaltimento dell’acqua durante le giornate di pioggia, migliorando anche l’aderenza ed evitando pericolosi slittamenti del veicolo.
Questo si ripercuote, oltre che sul valore steso delle strade, anche sulla sicurezza di chi sulle strade ci transita ogni giorno. A questa situazione sono da imputare ogni anno 170.000 ricoveri ospedalieri e oltre 600.000 richieste di intervento ai pronto soccorso,considerando le invalidità, le giornate di lavoro perse, il conto economico complessivo è di circa 40 miliardi di euro l’anno.

Costi del asfalto al metro quadro sono indicativi e cautelativi,circa 15 euro al mq variano in base al tipo di strada e dal tipo di asfalto.
La stima del valore della estensione stradale Italiana totale è circa 5.000 miliardi di euro.
Un asfalto di qualità garantisce una maggiore durata dello stesso, mantenendo l’integrità del manto stradale continuamente sottoposto a sollecitazioni,portando un risparmio nelle casse dello stato, e del cittadino.
La produzione di asfalto , 29 milioni di tonnellate annui del 2011 è passata a 45 milioni del 2012 annui solo per tenere in sicurezza la pavimentazione stradale stradale.

CHI PIÙ SPENDE MENO SPENDE

Gli asfalti gommati sono delle miscele di asfalto e granulato di vecchi pneumatici. È una soluzione molto efficiente che migliora la qualità della copertura, che si mantiene anche molto più a lungo. Ma costa più cara.
Miscele contenenti granulato di pneumatici dismessi (chiamato “polverino”) si ottiene un manto stradale più efficiente che si conserva più a lungo, richiedendo quindi una sostituzione meno frequente. 
Il costo è maggiore del 10-30% rispetto alle miscele normali, ma ci sarebbe da tenere conto anche dei vantaggi ambientali, perché tale pratica aiuta a smaltire le gomme dimesse, il rotolamento è migliore quindi fa risparmiare carburante e infine la rumorosità è minore. Senza considerare i vantaggi in termini di sicurezza, derivanti dal fatto che tale asfaltatura creano migliori drenaggio e aderenza.

È possible ridurre il costo globale del manufatto stradale armando la struttura con rete d'acciaio posta nel cemento asfaltico o nel sottostante materiale non legato.



Questo breve filmato l'ho girato io qualche giorno fa, nella mia zona di residenza,(chiedo scusa per la pessima ripresa) la cosa che desta clamore che questa statale è stata asfaltata di recente , non più di 5 mesi fa.
Devo puntualizzare che il giorno dopo la strada era perfettamente riparata, grazie alla tempestività esecutiva del Comune. (con i soldi del contribuente)

                            video


Probabilmente le forti e lunghe piogge delle perturbazioni passate, hanno portato una usura precoce.
Ma una strada è possibile doverla riparare dopo 5 mesi?

Esempi simili ripetuti per tutti le milioni di strade italiane, riportano cifre inestimabili ed inconvenevoli







Nessun commento :

Posta un commento